Facendo seguito al primo incontro conoscitivo, tenutosi a Milano il 29 luglio 2021 presso la sede del Consolato onorario del Camerun, in occasione della presentazione del progetto Overstep (EAC-2019-0572), la Dott.ssa Esther Edwige Nkolo Lekoua, Console Onorario del Camerun a Milano, e il Dott. Simon Pierre Ntomb Ngue, Segretario Generale della Camera di Commercio Italia-Cameroun (CCIC), hanno fatto visita all’hub di FMTS Group.

Formazione e lavoro: nuove sinergie tra Italia e Camerun

L’incontro ha avuto l’obietto di fissare i contenuti di un Memorandum d’intesa, atto a definire il quadro della collaborazione tra il Gruppo FMTS e la Camera di Commercio Italia-Camerun.

A tal proposito, il Dott. Ntomb Ngue sottolinea che l’obiettivo generale della CCIC è quello di intensificare i rapporti di collaborazione economica e tecnica tra imprese camerunensi ed italiane nei settori dell’industria, del commercio, dell’artigianato, dell’agricoltura, delle attività ausiliarie e del terziario.

A questo scopo la CCIC ricerca partner interessati a sviluppare progetti comuni su diversi fronti:

  • la ricerca di fondi pubblici per progetti di Cooperazione Internazionale;
  • la ricerca di fondi privati per investimenti diretti verso l’Africa;
  • la formazione, diretta a due target principali: le PMI africane e i/le giovani africani/e.

Relativamente alla formazione diretta alle PMI, il Dott. Ntomb Ngue contestualizza l’impegno della CCIC nella nuova sfida che investe i Paesi africani, già a partire dal 1° gennaio 2021, relativa all’apertura del Mercato Unico Africano. Si tratta di una grande opportunità di internazionalizzazione per le imprese camerunesi, le quali hanno bisogno di rinnovare le proprie competenze, sia imprenditoriali che tecniche. Il settore di interesse strategico è, secondo l’esperienza del Segretario Generale Ntomb Ngue, quello della trasformazione alimentare, comparto industriale che si trova ancora in stato embrionale in Africa Centrale, nonostante la grande quantità di materie prime pregiate offerte dal territorio.

Per quanto riguarda i finanziamenti per la formazione, il Segretario Generale afferma che esistono filoni di finanziamento pubblico camerunese, ma ribadisce che la CCIC è interessata anche alla ricerca di ulteriori fonti, sia dal settore privato, sia della Cooperazione Internazionale allo sviluppo.

Il Gruppo FMTS, nella figura del Presidente e AD dott. Giuseppe Melara, sottolinea che, sulla base della propria expertise, è in grado di offrire collaborazione:

  • per quel che concerne la formazione per l’internazionalizzazione d’impresa,
  • sui progetti di accompagnamento all’autoimprenditorialità dei giovani.

È opportuno, però, procedere per gradi cominciando da progetti semplici, per poi costruire, su solide basi, progetti più complessi.

A tal fine, la formazione alle imprese risulta più facilmente erogabile anche in modalità e-learning, con percorsi da adattare alle esigenze e al contesto dell’Africa centrale. Solo in un secondo momento si potrebbe pensare di attivare percorsi di accompagnamento all’autoimprenditorialità dei giovani o di tirocinio, dal momento che tali attività presuppongono per il loro successo una presenza di formatori in loco, oltre che il supporto di finanziamenti ad hoc, come quelli stanziati dall’UE per il contesto europeo.

FMTS Experience coordina il Progetto “OVERSTEP”

FMTS Experience, società del Gruppo FMTS, ha sottoscritto nel dicembre 2019, insieme alla Commissione Europea, un accordo per la realizzazione del progetto pilota Overstep. Il programma prevede esperienze di formazione professionale per 100 giovani diplomati e 100 docenti di 10 Paesi africani con lo scopo di creare nuovi scambi tra Europa ed Africa.

Visita il sito per saperne di più: Progetto Overstep